Vuoi ricevere un REPORT GRATUITO sui RISCHI che corre la tua azienda nel commercio internazionale e sulle AZIONI CORRETTIVE da intraprendere per migliorare l’export?

Richiedi il CHECK-UP EXPORT COMPLIANCE

ZPC partecipa allo studio sull’attuazione del codice doganale dell’Unione Europea

7 Luglio 2021

I clienti possono segnalare a ZPC commenti, punti di forza e criticità sull’UCC da riportare in Europa

 

ZPC è stata coinvolta nello studio condotto dalla Commissione Europea sull’attuazione del quadro giuridico ed informatico del codice doganale dell’Unione (UCC). Attraverso la consultazione promossa dalla Commissione, che coinvolge i principali stakeholder UE in termini di conoscenze ed esperienze doganali, ZPC fornirà analisi e pareri per contribuire alla valutazione dello stato di progresso dell’UCC, dei cambiamenti più significativi introdotti e individuare modi per migliorarne il funzionamento.

Per la società veronese si tratta di un’importante occasione per contribuire allo sviluppo dei processi decisionali UE, grazie ad un’esperienza nella compliance doganale che conta 15 anni di attività e 600 clienti assistiti.

ZPC è a disposizione dei propri clienti per portare in UE la voce delle aziende, raccogliendo commenti, punti di forza e criticità sull’UCC da segnalare ai consulenti della Commissione europea (in forma anonima).

I commenti possono essere inviati a ZPC entro il 15 luglio 2021. Per informazioni:info@zpcsrl.com

Lo studio della Commissione europea

Lo studio sulla valutazione intermedia dell’attuazione del pacchetto giuridico ed informatico del codice doganale dell’Unione è stato promosso dalla Commissione europea – Direzione generale della Fiscalità e dell’unione doganale (DG TAXUD) con l’obiettivo di analizzare lo stato di attuazione da parte degli Stati membri e della Commissione del quadro legislativo di riferimento.

L’indagine si svolge nel periodo settembre 2020 – settembre 2021 e prevede la consultazione di un’ampia gamma di parti interessate a livello europeo e nazionale, comprese autorità doganali, organismi governativi degli Stati membri, funzionari della Commissione, operatori economici, altre istituzioni e organizzazione UE.

Lo studio è stato affidato a un gruppo di società di consulenza e istituti di ricerca guidati da Oxford Research e composto da Ipsos, Center for Social and Economic Research, Wavestone ed Economisti Associati.

Dopo una prima fase che ha coinvolto le autorità doganali di 27 Stati Membri, federazioni di imprese e aziende, tra luglio e settembre 2021 l’indagine entra nella fase di valutazione dei progressi dell’UCC rispetto ai suoi obbiettivi, dove appunto ZPC fornirà il proprio contributo.

Il codice doganale dell’Unione

Il codice doganale dell’Unione fornisce il quadro globale dell’UE per le norme doganali e i relativi sistemi informatici adattati a un contesto commerciale più globalizzato e a moderni strumenti di comunicazione. Punta ad agevolare i flussi transfrontalieri di merci, tutelando gli interessi finanziari ed economici dell’Unione e degli Stati membri e la sicurezza dei cittadini europei.

Adottato nell’ottobre 2013, la maggior parte delle sue disposizioni è entrata in vigore nel maggio 2016, un pacchetto composto principalmente dal regolamento (UE) n. 952/2013 e da una serie di altri atti giuridici.

Vuoi maggiori informazioni su questo tema?

Scrivici a info@zpcsrl.com oppure compila il form di contatto