Vuoi ricevere un REPORT GRATUITO sui RISCHI che corre la tua azienda nel commercio internazionale e sulle AZIONI CORRETTIVE da intraprendere per migliorare l’export?

Richiedi il CHECK-UP EXPORT COMPLIANCE

Brexit: UK posticipa i controlli sulle importazioni dall’UE

20 Aprile 2021

Il governo britannico ha posticipato l’introduzione dei processi di controlli sulle importazioni alle frontiere con l’Unione Europea. Viene quindi modificato il calendario definito al termine del periodo transitorio della Brexit, che prevedeva un’introduzione graduale dei controlli doganali scandita in tre fasi, con l’introduzione di controlli completi a partire dal 1° luglio 2021.

Il nuovo calendario prevede lo slittamento di sei mesi, al 1° gennaio 2022, dell’inizio dei controlli completi, tra cui l’obbligo di presentare le dichiarazioni doganali all’atto dell’importazione, e il posticipo di una serie di altri controlli.

La decisione è stata presa dal governo britannico per consentire alle imprese di adeguarsi ai cambiamenti introdotti dalla Brexit e minimizzare gli impatti sugli operatori economici, anche alla luce dell’emergenza COVID-19.

Posticipi al 1° ottobre 2021

  • La notifica preventiva per i prodotti di origine animale, alcuni sottoprodotti animali e gli alimenti ad alto rischio non di origine animale è stata posticipata dal 1° aprile al 1° ottobre 2021
  • La richiesta di dichiarazione sanitaria di esportazione per i prodotti di origine animale e alcuni sottoprodotti di origine animale è stata posticipata dal 1° aprile al 1° ottobre 2021

Posticipi al 1° gennaio 2022

  • Le dichiarazioni doganali di importazione sono necessarie, ma l’opzione di utilizzare il sistema di dichiarazione doganale differita, compresa la presentazione di dichiarazioni supplementari fino a sei mesi dopo l’importazione delle merci, è stata prorogata al1 ° gennaio 2022.
  • Le Security Declarations per le importazioni non saranno richieste fino al 1 ° gennaio 2022
  • I controlli sanitari e fitosanitari sui prodotti di origine animale, alcuni sottoprodotti animali e gli alimenti ad alto rischio non di origine animale non saranno richiesti fino al 1 ° gennaio 2022. Da questa data i controlli si svolgeranno ai posti di controllo di frontiera.
  • I controlli sanitari e fitosanitari su piante ad alto rischio si svolgeranno ai posti di controllo di frontiera dal 1 ° gennaio 2022.
  • Requisiti di pre-notifica e controlli documentali, compresi i certificati fitosanitari, saranno richiesti per piante e prodotti vegetali a basso rischio e saranno introdotti dal 1 ° gennaio 2022.

Posticipi a marzo 2022

I controlli ai posti di controllo frontalieri sugli animali vivi e sulle piante e sui prodotti vegetali a basso rischio si svolgeranno da marzo 2022

Vuoi maggiori informazioni su questo tema?

Scrivici a info@zpcsrl.com oppure compila il form di contatto