22 sostanze chimiche pericolose aggiunte al regolamento PIC

chemistry-3533039_640Gli esportatori devono ora notificare all’autorità nazionale designata l’intenzione di esportare le nuove sostanze chimiche pericolose inserite nel Regolamento. Nella maggior parte dei casi, è necessario anche il consenso del paese importatore. Sono state vietate le esportazioni dall’UE di una serie di articoli contenenti mercurio.

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea un aggiornamento del Regolamento (UE) n. 649/2012 (PIC – Prior Informed Consent) sull’esportazione e importazione di sostanze chimiche pericolose. Le modifiche, riferite agli elenchi I e V del Regolamento, entreranno in vigore a partire dal 1° settembre 2020.

L’aggiornamento prevede l’inserimento di 19 nuove voci, contenenti 22 sostanze, tra quelle soggette alla procedura di notifica di esportazione ai sensi del regolamento PIC (allegato I, parte 1). Gli esportatori dell’UE che intendono esportare queste sostanze, in quanto tali o in miscele, dal 1° settembre 2020 devono quindi comunicare alla propria autorità nazionale designata l’intenzione almeno 35 giorni prima della data della prima esportazione.

20 delle 22 sostanze necessitano del consenso delle autorità del paese importatore prima di poter essere esportate (allegato I, parte 2 e 3).

La maggior parte delle 22 sostanze sono state aggiunte al regolamento PIC perché vietate come sostanze attive nei prodotti fitosanitari all’interno dell’UE. Alcune sono inoltre severamente soggette a restrizioni ai sensi del regolamento sui biocidi.

Il Forato di pesticidi e l’Esabromociclododecano chimico industriale (HBCDD) sono stati aggiunti all’allegato I, parte 3, del PIC a seguito della loro inclusione ai sensi della convenzione di Rotterdam nel 2019. Tuttavia, le esportazioni dall’UE dell’HBCDD sono vietate in quanto la sostanza è già presente nell’allegato V del PIC, che appunto designa le sostanze soggette a divieto di esportazione.

Tra queste, articoli contenenti mercurio sono stati aggiunti all’allegato V ed è pertanto ora vietato esportarli dall’UE. Inoltre, sono stati aggiunti due composti di mercurio e la loro esportazione è ora consentita solo per usi nella ricerca e nell’analisi su scala di laboratorio.

Per maggiori informazioni: info@zpcsrl.com

 

Nessun commento

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>