BREXIT, IL REGNO UNITO ANNUNCIA IL NUOVO REGIME TARIFFARIO DOGANALE

L’UK Global Tariff sarà applicato ai Paesi con cui Londra non raggiungerà accordi commerciali


brexit-2070857_640
Il Regno Unito ha presentato il nuovo regime tariffario doganale post Brexit, che sostituirà l’attuale tariffa doganale dell’Unione Europea e si applicherà ai Paesi con cui Londra non raggiungerà accordi commerciali alla scadenza del termine del periodo transitorio il 31 dicembre 2020.

Il piano, chiamato UK Global Tariff, sarà approvato entro la fine dell’anno, per entrare in vigore da gennaio 2021, sarà fissato in sterline e prevede la rimozione di tutti i dazi inferiori al 2%.

Il nuovo regime tariffario eliminerà dazi sulle importazioni che entrano nelle catene di approvvigionamento (tubi in lega di rame, viti e bulloni) per un valore complessivo di 30 miliardi sterline. Saranno inoltre tagliati i dazi sulle “importazioni green”, compresi prodotti per l’energia rinnovabile come luci a LED e termostati.

Il Regno Unito manterrà invece dazi su prodotti di alcuni settori ritenuti strategici, quali l’agricoltura, l’automotive e la pesca. Il piano di Londra prevede di imporre un prelievo del 10% sulle automobili e di stabilire tariffe per carne bovina, burro e pollame.

L’UK Global Tariff prevede inoltre di eliminare dazi su diversi altri prodotti, per cui sono attualmente previste tariffe UE (indicate tra parentesi):

  • Lavastoviglie (2,7%)
  • Congelatori (2,5%)
  • Prodotti sanitari e tamponi (6,3%)
  • Vernici (6,5%) e cacciaviti (2,7%)
  • Specchi (4%)
  • Forbici e cesoie da giardino (4,7%)
  • Lucchetti (2,7%)
  • Prodotti da cucina come lievito in polvere (6,1%), lievito (12%), foglie di alloro (7%), timo macinato (8,5%) e cacao in polvere (8%)
  • Alberi di Natale (2,5%)

Quasi tutti i prodotti farmaceutici e la maggior parte dei dispositivi medici (compresi i ventilatori) saranno esenti da dazi. Tuttavia, alcuni prodotti utilizzati per combattere COVID-19 manterranno una tariffa. Il governo britannico ha però annunciato che l’esenzione da dazi e IVA applicata su questi prodotti per combattere l’emergenza, se necessario sarà mantenuta anche dopo l’entrata in vigore del UK Global Tariff.

Con il nuovo regime tariffario britannico, quelle che per le aziende europee oggi rappresentano cessioni intra-UE verso il Regno Unito diventeranno esportazioni, mentre le importazioni dal Regno Unito saranno soggette alla tariffa doganale UE (in assenza di accordi accordo di libero scambio).

Nessun commento

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>