La prima piattaforma web per l’identificazione dei prodotti dual use: ECP® by ZPC

ECP

Il 31 dicembre 2019 è entrato in vigore il Regolamento Delegato (UE) 2019/2199, con il quale sono stati aggiornati gli elenchi di controllo dei prodotti a duplice uso di cui all’allegato I del Regolamento (CE) n. 428/2009.

Come noto, l’allegato I riporta la lista dei beni dual use con descrizioni e caratteristiche (categorie di controllo), ai quali è associato un codice che però non coincide con la TARIC, il documento che riporta i codici doganali dei prodotti.

Per agevolare le aziende nell’identificare i prodotti potenzialmente a duplice uso, la Commissione Europea ha creato la TRADOC, una tabella di correlazione tra la TARIC e l’allegato I del Regolamento 428/2009.

La TRADOC, tuttavia, non fornisce un’informazione puntale, non indica cioè tutte le possibili correlazioni tra codice doganali e bene dual use, ma dà solo le correlazioni potenziali. Per assicurarsi che un bene sia dual use, l’esportatore deve in ogni caso effettuare un controllo parallelo tra la TARIC e l’allegato I.

Lo strumento per superare questo limite è ECP® Export Controls Platform by ZPC, la prima piattaforma digitale completa italiana per la gestione del rischio di Export Compliance, che tra le varie funzionalità consente l’attribuzione del codice doganale dei prodotti e l’analisi e la valutazione dei beni a duplice uso.

L’unicità e il valore aggiunto di ECP® in materia dual use è data dalla capacità della piattaforma di recepire ed integrare la TRADOC con informazioni aggiuntive: consiglia le categorie di controllo dual use, riporta la loro descrizione e individua tutte le possibili correlazioni tra codice doganale e prodotti a duplice uso. Non solo, ECP® aggiorna costantemente il data base inserendo le correlazioni individuate dal know-how e l’esperienza degli specialisti ZPC.

ECP® è quindi lo strumento ideale che consente alle aziende di ridurre il rischio della mancata identificazione della categoria di controllo dei beni a duplice uso. Tra gli altri vantaggi offerti dalla piattaforma:

  • la riduzione del rischio di errore sulla classificazione dei beni e sulla verifica delle restrizioni applicabili, evitando sanzioni penali ed amministrative derivanti dalla violazione delle normative applicabili (rispetto del D. Lgs 231/01);
  • un vantaggio competitivo per l’impresa, permettendole una corretta e precisa definizione del codice doganale delle merci, sul quale è basato il calcolo dei dazi e delle imposte in dogana;
  • una maggiore velocità e agevolazione nelle procedure di sdoganamento negli scambi commerciali internazionali.

Per informazioni: info@zenopoggi.com

Nessun commento

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>